Studio giapponese: Con REMS la diagnosi ossea ha maggiore certezza clinica

“Radiofrequency Echographic Multispectrometry (REMS) can Overcome the Efects of Structural Internal Artifacts and Evaluate Bone Fragility Accurately”

Hotaka Ishizu1,2 · Tomohiro Shimizu1 · Yuki Sakamoto3 · Fumi Toyama4 · Keita Kitahara1,2 · Hiroki Takayama2
· Moritaka Miyamoto2 · Norimasa Iwasaki1

1 Department of Orthopaedic Surgery, Faculty of Medicine and Graduate School of Medicine, Hokkaido University, Kita-15 Nishi-7, Kita-Ku, Sapporo, Hokkaido 060-8638, Japan
2 Department of Orthopaedic Surgery, Iwamizawa Hokushokai Hospital, Iwamizawa, Hokkaido, Japan
3 Department of Radiological Technology, Iwamizawa Hokushokai Hospital, Iwamizawa, Hokkaido, Japan
4 Department of Nursing, Iwamizawa Hokushokai Hospital, Iwamizawa, Hokkaido, Japa

Highlight:

REMS supera i limiti derivati dalla presenza di artefatti. A confermarlo uno studio clinico condotto in Giappone e pubblicato il 22 dicembre scorso da Calcified Tissue International, prestigiosa rivista scientifica internazionale. Settanta pazienti affetti da osteoporosi sono stati sottoposti ad esame per il monitoraggio della salute ossea con la tradizionale DXA, che utilizza raggi x, e la tecnologia ultrasonica REMS (Radiofrefrequency Echographic Multi Spectrometry). I risultati dello studio mettono in evidenza la superiorità diagnostica della REMS, grazie alla capacità di riconoscere ed escludere automaticamente gli artefatti (protesi, frattura, calcificazioni, osteofiti, ecc.), al contrario della diagnostica DXA, per la quale l’esclusione dei suddetti artefatti non avviene in modo automatico e quindi l’errore umano può alterarne il risultato, facendo apparire il paziente più sano di quanto sia realmente. Si è notato, infatti, che nei pazienti che presentavano diagnosi discrepanti tra REMS e DXA, erano presenti fratture vertebrali multiple e calcificazioni vascolari.

La tecnologia REMS, dunque, offre una misurazione più accurata della salute dell’osso rispetto alla DXA e questo può consentire di agire precocemente sugli effetti della degenerazione ossea, delle calcificazioni dell’aorta addominale, del diabete mellito e di tutte le altre patologie che inducono danni sull’osso.

REMS & Osteoartrite

REMS & Osteoartrite

“I vantaggi della tecnologia REMS nella valutazione della BMD in una popolazione con osteoartrite a livello del rachide lombare.” (Caffarelli et al, Diagnostics 2024)   Carla Caffarelli 1, Antonella Al Refaie 1, Caterina Mondillo 1 Giuditta Manasse 1, Alessandro...

leggi tutto
Primo Premio ESCEO

Primo Premio ESCEO

La pubblicazione su REMS vince il premio PAPER OF THE MONTH della Società Scientifica ESCEO   “Longitudinal changes of the femoral bone mineral density from first to third trimester of pregnancy: bone health assessment by means of non‑ionizing REMS technology”...

leggi tutto
REMS: Precisione e Ripetibilità a breve termine

REMS: Precisione e Ripetibilità a breve termine

"Precisione e ripetibilità a breve termine della multispettrometria ecografica a radiofrequenza (REMS) su colonna lombare e femore prossimale: Uno studio in vivo" Carmelo Messina, Salvatore Gitto, Roberta Colombo, Stefano Fusco, Giada Guagliardo, Mattia Piazza, Jacopo...

leggi tutto

    Contattaci

    Maggiori info o prenota una demo.



    Posizione*

    *Campi obbligatori



    Questo sito è protetto da reCAPTCHA, il suo utilizzo è soggetto alla Privacy Policy e ai termini di utilizzo di Google.